“CREATIVITà NELL’INNOVAZIONE”: CONVEGNO DELLA CIA E DI DONNE IN CAMPO CALABRIA


L’agriturismo Santa Rosa, ubicato nel verde delle colline del Comune di Caraffa di Catanzaro, ha ospitato il convegno “Creatività nell’innovazione “, organizzato dalla Cia e dall’Associazione Donne in Campo Calabria.

Il convegno, si è svolto alla vigilia dell’avvio dell’attuazione del Programma di sviluppo rurale 2007-2013.

Un programma che prevede un investimento complessivo di ben 2 miliardi di euro e che assegna una prioritàalle donne oltre che ai giovani.

Proprio per questo, il Psr è stato il filo conduttore di tutti gli interventi che si sono susseguiti.

I lavori introdotti da Rosa Critelli, componente della presidenza Cia Calabria, sono proseguiti con il saluto del presidente della Cia di Catanzaro Franco Lucia e con la relazione di Milena Torcia, presidente di Donne in Campo Calabria che si è ampiamente soffermata sulle importanti tematiche legate alla complessità del vivere quotidiano per una donna imprenditrice la quale, oltre ai problemi dell’impresa, deve anche assicurare l’organizzazione familiare.

Torcia si è poi soffermata sugli aspetti inerenti il rapporto con il mercato, partendo dalle problematiche che, in maniera particolare, manifestano le associate a Donne in Campo.

Il tema del convegno, “Creatività nell’innovazione “, è stato reso ancora più esplicito dalle imprenditrici che sono intervenute: Maria Pia Bonifati, presidente di Donne in Campo di Cosenza, nonchévicepresidente nazionale della stessa Associazione, Vittoria Zurlo di Crotone, Anna Santariga di Vibo Valentia, Rosetta Furfari di Reggio Calabria.

Ognuna ha parlato della propria esperienza nell’ambito dei vari settori: ortofrutta, zootecnia, agriturismo, gelsibachicoltura, olivicoltura, raccontando in maniera particolare il loro impegno perdiversificare la produzione e rendere le aziende multifunzionali.

Molto interessante l’intervento di Tommasina Lucchetti Tortorella, vicecommissario Pari opportunità del Consiglio Regionale della Calabria, che ha avanzato la proposta di “un patto per la promozione dell’uguaglianza di genere nel contesto rurale”, per raccogliere ed elaborare i dati relativi alle effettive possibilità di occupazione delle donne nel settore agricolo e, in genere, nel territorio rurale.

Tommasina Lucchetti Tortorella ha, inoltre, illustrato i risultati degli interventi attivati dalle amministrazioni centrali e regionali nonché dall’Unione europea, al fine di individuare le opportunità per l’imprenditoria e il lavoro dipendente delle donne in agricoltura.

Salvatore Audia, intervenendo a nome dell’assessore Pirillo, a Roma per altri impegni, si è soffermato sul Psr; evidenziando la grande opportunità che viene offerta alle imprese agricole calabresi,per ammodernarsi e migliorare la propria capacità competitiva.

Il presidente della Cia Calabria Giuseppe Mangone ha tracciato un quadro sul percorso compiuto dalle donne nel settore agricolo, con particolare riferimento al ruolo svolto in quanto titolari di imprese.

Due gli interventi conclusivi. Mara Longhin, presidente nazionale di Donne in Campo, Enzo Pierangioli, vicepresidente nazionale della Cia. Mara Longhin, dopo aver espresso il proprio apprezzamento per l’iniziativa calabrese, si è soffermata sul ruolo che le imprese agricole ed in particolare quelle condotte da donne,svolgono per determinare condizioni di sviluppo nelle aree rurali.

Enzo Pierangioli ha inquadrato le problematiche relative all’imprenditoria femminile, nel più generale processo di cambiamento che negli ultimi anni ha riguardato l’agricoltura e che è tutt’ora in pieno corso. L’agricolturanon è più soltanto fatica fisica, ma necessita anche di ingegno creatività professionalità e costanza;elementi questi fortemente presenti nelle donne imprenditrici. Donne in Campo è un’Associazione aperta, oltre che alle imprenditrici agricole, a tutte le donne che a vario titolo hanno a cuore l’agricoltura. Essa rappresenta, quindi,uno strumento per allargare la partecipazione alla Cia ed inoltre uno strumento specifico affinché la confederazione possa migliorare sempre di più la propria azione tesa alla promozione e al sostegno dell’imprenditoria femminile in agricoltura.

Visite: 919