FIRENZE: A PIAZZA S. CROCE “L’AGRICOLTURA.. VA IN CITTà”


I principali gruppi religiosi della città riflettono sul ruolo della donna nella società. Oltre 40 imprenditrici espongono i loro prodotti di qualità

“Donne rurali leaders del futuro”. Questo lo slogan della giornata mondiale della donna rurale, che si è celebrata domenica scorsa 15 ottobre in tutto il mondo. A Firenze, in occasione della giornata inaugurale della terza edizione de “L’agricoltura… va in città”, manifestazione promossa da Donne in Campo Toscana, associazione della Cia Toscana, e conclusasi nella giornata di domenica,è stata organizzata sabato mattina 14 ottobre una preghiera, in collaborazione con “Un tempio per la pace”, che ha visto la presenza dei principali gruppi religiosi della città che si sono riuniti per riflettere sul ruolo della donna nell’agricoltura in particolare e nella società in generale.

«Nei paesi in via di sviluppo -ha dichiarato Anna Maria Dini, presidente di Donne in Campo Toscana- la donna produce l’80 per cento del cibo; questo deve far riflettere sul suo ruolo nella società che non è affatto marginale; proprio per questo oggi ci siamo ritrovati tutti insieme per celebrare una riflessione che non deve essere fine a se stessa, ma che dovrà produrre un crescendo di interventi mirati a risollevare il ruolo della donna nella società”.

Nel corso della preghiera è stata letta la lettera scritta da Kareen Serres, presidente del Comitato Donne Rurali della Federazione internazionale produttori agricoli (Fipa). “Pensare alle donne rurali quali leaders del futuro -si legge nella lettera- non vuol essere solo uno slogan, ma al contrario un progetto, collegato a un idea del futuro della umanità”. Alla preghiera hanno preso parte cristiani, islamici, buddisti, badha’i, ebrei, induisti. Presente, inoltre, il vicepresidente nazionale della Cia, Enzo Pierangioli, il quale ha plaudito alla nuova iniziativa dell’Associazione Donne in Campo.

Nella mattinata è stata ufficialmente inaugurata la terza edizione della Mostra Mercato l’”Agricoltura … va in città” promossa dall’Associazione Donne in Campo Toscana. Sabato e domenicaoltre quaranta imprenditrici toscane e non solo,c’erano infatti anche ospitiprovenienti dal Piemonte, Umbria ed Emilia Romagna,hanno presentato in piazza Santa Croce a Firenze il meglio delle loro produzioni, ottenute con particolare attenzione e rispetto dell’ambiente. “Donna in agricoltura non è più una novità -ha esordito Anna Maria Dini- ma una realtà molto sviluppata in Italia e in Toscana in particolare dove l’impresa femminile rappresenta oltre il 30 per cento delle aziende. Fondamentale l’impegno delle nostre imprenditrici per lo sviluppo dell’innovazione e del concetto di agricoltura multifunzionale, futuro del settore”.

All’inaugurazione erano presenti anche l’Assessore all’Ambiente del Comune di Firenze, Claudio del Lungo e il presidente della Cia Toscana, Giordano Pascucci. “Il mercatino è senza dubbio il metodo più rapido per avvicinare il consumatore al produttore dei nostri prodotti tipici -ha affermato Pascucci- e in questo senso voglio sottolineare con un plauso l’impegno dell’Associazione Donne in Campo che con questo genere di iniziative permette alla nostra agricoltura di svilupparsi nel mercato contribuendo in maniera forte all’accorciamento della filiera”.

Pubblichiamo in allegato, le preghiere lette nel corso dell'incontro interreligioso.

Visite: 1027